sabato 4 aprile 2009

Quanto vale un vita

In luoghi lontani dai nostri occhi molto spesso si consumano degli omicidi autorizzati contro chi è più debole: ciò che dovrebbe curare e far stare meglio ma anche far progredire una società spesso, si rivela letale. Sulla mia coscienza, così come su tutte le vostre, dovrebbe pesare come un macigno la vita di centinaia di bambini che ora non ci sono più o che versano in condizioni irreversibili. Se possiamo permetterci di andare in farmacia e comprare un medicinale o se possiamo accedere a determinati vaccini è perchè, in questi luoghi lontani, qualcuno, prima di noi, li ha usati. Ci sono, insomma, delle vere e proprie cavie che le case farmaceutiche utilizzano senza scrupolo alcuno per testare i propri farmaci; così, la nostra società progredisce scientificamente, ma tante altre rimagono nell'oblio, prive di quella forza che sarà il futuro di ogni nazione: i bambini.
A rimetterci sono sempre le fasce deboli della società,come nel caso di una casa produttrice di un antiretrovirale ( spesso usato come prevenzione dell'Hiv):hanno avviato la sperimentazione sulla comunità omosessuale di San Francisco, su gruppi di prostitute in Cambogia e Cameroon e su eterosessuali nigeriani; malignamente penso, su quelle fasce di popolazione che,anche se muoiono, non importa a nessuno.
Nel 1996 a Kano, Nigeria, scoppiò un'epidemia di meningite che colpì soprattutto bambini (si arrivò anche a 120 nuovi contagi al giorno) e dei quali si prese carico Medici Senza Frontiere attraverso la somministrazione di un antibiotico approvato dall'OMS; in pochissimo tempo sopraggiunsero i medici della Pfizer con un'équipe attrezzatissima che si mescolarono a quelli di MSF, iniziando la somministrazione di un loro nuovo farmaco, il TROVAN, che fino ad allora era stato sperimentato su UNA sola persona. Scelsero 200 bambini a cui somministrare il nuovo farmaco e a quelli del gruppo di controllo -necessario per le sperimentazioni- fu dato un dosaggio molto più basso dell'antibiotico approvato dall'OMS: 11 bambini morirono mentre i 189 sopravvissuti furono colpiti da gravissimi effetti collaterali,tra cui paralisi, perdita della vista e dell'udito. La casa farmaceutica ha sempre dichiarato che il tasso di mortalità fu ben inferiopre alla norma ma chissà come mai dopo l'approvazione del Trovan nel 1997, si assistette ad una drastica riduzione del suo utilizzo a partire dal 1999 quando, una serie di morti per insufficienze epatiche, furono fatte risalire al farmaco in questione.
Il governo nigeriano fece così causa alla Pfizer che respinse ogni accusa: furono chiesti 7 miliardi di dollari poichè la casa farmaceutica non ottenne mai l'approvazione dalle agenzie normative né tantomeno aveva cercato e ricevuto l'approvazione per condurre prove cliniche prima della sua condotta illegale. E' di ieri la notizia che si è chiuso il processo e la Pfizer dovrà pagare 75 milioni di dollari come risarcimento alle autorità locali: 35 milioni di dollari andranno ai familiari delle vittime e ai bambini rimasti menomati, altri 30 milioni serviranno a ristrutturare l'Ospedale delle malattie infettive dove era stata fatta la sperimentazione e i restanti 10 milioni di dollari serviranno a pagare le spese giudiziarie sostenute dallo stato di Kano.


http://www.youtube.com/watch?v=edikv0zbAlU : questa è una breve intervista al Dottor Maurice Hileman, il maggiore esperto di vaccini del mondo, che spiega come la Merck ha diffuso leucemia,AIDS e altre malattie terribili.

http://www.youtube.com/watch?gl=IT&hl=it&v=wg-52mHIjhs&feature=related : nelle Filippine ( e non solo) 3 milioni di donne hanno assunto vaccini contaminaticon l'ormone B-hCG, un anti fertile.

Nel 2007, a Buenos Aires, morirono 12 bambini di pochi mesi durante la somministrazione di un vaccino contro lo pneumococco da parte della casa farmaceutica GlaxoSmithKline (uno dei medici responsabile della cura, Enrico Smith, affermò che "...dodici vittime su quindicimila casi è un numero molto basso, notevolmente inferiore ai bimbi che muoiono ogni anno per le malattie legate al virus dello pneumococco. Chi ci critica non prende in considerazione il fatto che la mortalità infantile in queste regioni è molto alta, indipendentemente dalla nostra presenza".



6 commenti:

Marco Iannello ha detto...

Purtroppo succedono anche queste cose

Uhurunausalama ha detto...

@Marco:sì,ma mica è un motivo per tollerarle!!!

l'incarcerato ha detto...

Non non si può rassegnarsi perchè sono cose che succedono! Assolutamente no!

ps purtroppo sono giorni tragici che hanno coinvolto la mia terra, troppo devastante!

Uhurunausalama ha detto...

@L'incarcerato:quello che è successo è una tragedia e sono vicina a te a coloro che soffrono;sarà una prova dura per gli italiani,per la loro scarsa unità..chissà se la civiltà crescerà un pò in questo brutto periodo...

Cedric ha detto...

Mi chiedo quanto costa la mia vita? A quanto potrebbe essere valutata visto che non sono nessuno? Queste cose vengono fatte quando i rischi sono inferiori ai guadagni. Da lì si sparano cazzate finchè si viene beccati ma ormai si è guadagnato così tanto che quel che si paga fa solo girare il cazzo a chi ha creato queste situazioni. Belle cose...

Uhurunausalama ha detto...

@Cedric:esatto,queste atrocità vengono compiute perchè sanno che intanto nessuno lotterà mai seriamente per combattere queste situazioni;il rischio è praticamente minimo!