venerdì 6 febbraio 2009

Cinematic part #2



La locandina per sponsorizzare il film, in uscita in Italia, la dice tutta: 3 scimmie stile 'non vedo,non sento, non parlo' che rappresentano le tre più grandi religioni monoteiste.
Del plot del film si sa poco perchè ovviamente nel nostro paese è subito stato attaccato dal vaticano e dalle associazioni ad esso collegate: si tratta di un documentario diretto da Larry Charles ( regista di 'BORAT') che ha come protagonista il comico politico Bill Maher ripreso in una delle tante sequenze del film con le dita in segno di vittoria e affacciato ad una finestra delle stanze private del vaticano sussurrando 'sono in vaticano', per poi essere trascinato via brutalmente; il titolo del docu-film satirico 'RELIGIOLOUS', un incrocio tra le parole 'religione' e 'ridicolo', ha come intento quello di deridere il concetto di religione e i problemi che essa implica. Insomma, uno sguardo diverso, che esula dal serio, ma che pone l'accento su come per la religione si possano (e ciò è avvenuto e avviene) scatenare anche guerre.
Se non riuscite a resistere fino al 13 febbraio, data della sua uscita in Italia (vedremo poi in quante sale e città sarà proiettato), sappiate che è disponibile in inglese sui vari torrent; mi chiedo solamente se la reazione dell'associazione veralibertà che afferma che "Più che ridicolizzante è oltraggiante nei confronti di tutti i credenti, e infine nei confronti dei valori che sottendono i rispettivi credi", chiedendo "l'abolizione" della campagna promozionale e pretendendo dalle "autorità competenti" di vigilare sui contenuti del film, oltre ad aver applicato adesivi con le scritte "ateo no" e "vergogna" sulle pubblicità del film, non sia proprio sintomo dell'insicurezza e della caduta dei consensi che il cattolicesimo sta subendo non solo nel nostro paese.

Tra l'altro ho visto 'Milk': un capolavoro che secondo me è stato volontariamente boicottato -almeno nelle mia città- e che vale proprio la pena di vedere: la performance di Sean Penn è da Oscar!...

7 commenti:

l'incarcerato ha detto...

E io che ,inizialmente, pensavo fosse un film dedicato al nostro Bel Paese? Quelle tre scimmie ci rappresentano egregiamente!

Un abbraccio!

Stefania ha detto...

Interessante, anche se non ho particolarmente amato "Borat". Io aspetterei di vederlo, per poi giudicare. Non vorrei che fosse una cavolata alla Borat! Quanto si erano arrabbiati i kazaki quella volta! E giustamente! Non mi piacciono i film irrispettosi, compresi quelli che prendono in giro i credenti (anche se io non lo sono). Aspettiamo e vediamo...

PS: Cmq "Milk" è un po' sottotono anche in Inghilterra.

Cedric ha detto...

Come mai tutte queste associazioni hanno così paura di un film? Tutto questo fermento mi incuriosisce sempre di più! Sarà sicuramente un film irriverente (da non prendere troppo sul serio: sarebbe come prendere per buone tutte le parole della Guzzanti quando fa le sue imitazioni!), e così fanno solo un sacco di pbblicità al film...

Milk è uno spettacolo. Siamo in Italia dove c'è il Vaticano e dove la rai ha censurato alcune scene di "Brokeback Mountain" malgrado il fatto che lo mostrasse in seconda serata (23.30 circa in questo caso)! Non ci si deve stupire che non parta più di tanto: invece di andare a vedere un film sui diritti civili qua si parlerebbe di andare a vedere un film di gay! La differenza non è sottile.

Alligatore ha detto...

Mi torna in mente un altro film osteggiato dalla chiesa, il "Brian di Nazareth" dei mitici Monty Python. Anche quello da vedere assolutamente.

Maurone ha detto...

Il problema non sono le convinzioni religiose, ma la loro interpretazione, ovvero quanto esse t'inducano a vivere rinunciando a diritti e doveri, e quanto ti portino a prevaricare l'altro...

Cedric ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Uhurunausalama ha detto...

@L'incarcerato:uahahahahhahaha!vero?quelle scimmie riassumono tutto alla perfezione o forse tre scimmie sono troppo poche?:D

@Stefania:guarda,sono d'accordo sull'irrispettosità che non va bene,mai;ma viene da pensare se gli altri ci rispettano e a me non sembra:ad es.la chiesa sta rispettando la sofferenza del papà di Eluana?...quindi ben vengano scossoni del genere...

@Cedric:infatti,tutte le polemiche non fanno che alimentare l'interesse:non vedo l'ora che esca..:)

@Alliagatore:non ne ho mai sentito parlare;corro ai ripari.

@Maurone:appunto,a me la religione va bene purchè non me la si imponga;credo che il docufilm miri più al paradosso,a farci vedere le esagerazioni..vedremo all'uscita.