lunedì 1 dicembre 2008

En attendant (un nouveau)... Lumumba








Far sentire la propria voce per una tragedia: affermare il diritto di uguaglianza,un principio:essere contro ogni forma di violenza e guerra... Sabato scorso ho partecipato al corteo-manfestazione contro la guerra in Congo, una guerra ingiusta,non debitamente considerata dai media:una guerra che, dal suo inizio, ha fatto più di 5 MILIONI di morti. Voci che non saranno più ascoltate, visi che non avremo mai avuto modo di vedere, un popolo intero che cerca di stare in piedi nonostante tutto... Orgogliosa e fiera di aver partecipato accanto ad un popolo, fiero ed amareggiato allo stesso tempo: una cinquantina di persone che hanno deciso di sfidare il freddo della nostra città per far sentire la propria voce, per chiedere aiuto e non ricevere indifferenza! L'indifferenza... gran brutta cosa...non ho visto nessuno dei contatti che avevano confermato la loro presenza nell'evento creato su facebook; nemmeno quegli stessi 'amici' che, provenendo anch'essi da paesi martoriati da guerra e fame, sono bravi a lottare con le parole ma non con i fatti... E già, molto meglio starsene in casa, al caldo, a dividersi tra tv e qualche altra cagata: si chiedeva attenzione, un paio di ore...che sarà mai... un branco di gente ipocrita che si riempie la bocca di belle parole ma che, in fondo, dimostrano un interesse pari allo zero..mi si è detto: vabbè,dai, magari avevano altro da fare...è possibile che,su 50 persone, TUTTE avessero da fare??!!!Non ci credo: avrei preferito ricevere dei 'no' , non costa nulla...bisogna essere responsabili nella vita, avere il coraggio... Di cuore, vorrei ringraziare tutti quelli che c'erano e che hanno contribuito ad una manifestazione pacifica, allegra e piena di forza, che ha sollevato qualche sguardo interessato in uno stupido sabato pomeriggio dedicato alle spese natalizie... Dal sito UNHCR ecco le ultime notizie (magari trovano più sensibilità di quella che ci si sente intorno...):

Sono iniziati questa mattina i primi trasferimenti volontari degli sfollati civili congolesi dai campi di Kibati, alla periferia nord di Goma, la capitale dell’instabile Provincia del Nord Kivu nell’est della Repubblica Democratica del Congo.I veicoli dell’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati (UNHCR) trasporteranno il primo gruppo di persone con necessità particolari come disabili, malati cronici, donne incinte e persone anziane – e i loro effetti personali – al campo di Mugunga I – uno dei quattro siti già esistenti per gli sfollati interni. Mugunga I è a ovest di Goma e vicino ad altri tre siti che ospitano sfollati interni (Mugunga II, Buhimba e Bulengo). Continua...

Un'immagine emblematica:

____________________________________________________________________
1 Dicembre : http://www.epicentro.iss.it/problemi/aids/epid.asp


6 commenti:

Maurone ha detto...

Ma sai che di questa manifestazione ne sono venuto a conoscenza solo a cose fatte... è la maledizione di avere il pc cimito in queste settimane e di vedere gli appuntamenti solo dopo...
Spero sia stata partecipata!!!

Uhurunausalama ha detto...

@Maurone:Eravamo una 50ina,non di più ma prevalentemente Africani;c'è troppa indifferenza in merito a queste questioni ma qualche sguardo interessato c'è stato.La gente,moltissima,è più preoccupata per il natale e non per ciò che succede tanto capita lontano dalle loro casette calde e accoglienti:invece è na ocsa che riguarda tutti!Peccato tu non ci sia stato perchè nella rabbia di una guerra ingiusta il clima è stato favoloso...

Michele ha detto...

sono il 12 a seguire il tuo blog se vuoi segui anche il mio
http//pianetatempolibero.blogspot.com ciao Michele

clauds ha detto...

ovviamente non sapevo nulla della manifestazione, ma spero che, nonostante come dici non sia stata molto partecipata, abbia almeno incuriosito qualcuno preso dalla febbre natalizia ad informarsi su cio' che succede nel kivu...
speranza vana forse, ma... a natale non dovremmo essere tutti piu' buoni? ;-)

ti fa onore organizzare eventi del genere... complimenti.

un abbraccio

clauds

Uhurunausalama ha detto...

@Michele:grazie per l'interessamento al blog,a presto.

@Clauds:Cara,magari organizzassi io..ho solo sparso la voce nei modi in cui potevo farlo;è risaputo che odio il natale proprio per questa stupida concezione che solo in questi giorni bisogna essere più buoni...e purtroppo non è così nemmeno in un periodo breve;c'è troppa indifferenza.

Pietro ha detto...

peccato per la poca partecipazione...