giovedì 30 ottobre 2008

« Io non penso all'arte quando lavoro. Io tento di pensare alla vita » Jean-Michel Basquiat


Ormai non è più una semplice impressione; ma sarà l'ennesima conferma di come questo governo pro-tagli inibisca qualsiasi tipo di espressione in ambito giovanile; i comuni vietano i centri sociali, non ci sono politiche per la creazione di spazi di aggregazione, i giardini e i parchi sono quasi inesistenti, buttati giù a favore di enormi palazzi.
Ora tocca ai graffiti, agli "imbrattatori di muri", come li chiama il presidente del consiglio e nonostante le reticenze di alcuni ministri del suo stesso schieramento,ecco le fatidiche parole:
" Venerdì,nel corso del consiglio dei ministri, faremo un decreto per introdurre il reato e delle pene per chi imbratta muri e negozi.. perchè l'Italia, dopo la tragedia di Napoli, deve recuperare la sua immagine, soprattutto all'estero".
Oggi la pena prevista per chi è sorpreso a scrivere sui muri, solo se scatta la querela, è di 103€;se il reato è commesso ai danni di edifici storici o artistici può scattare la reclusione fino ad un anno ed una multa di 1032€. Berlusconi vuole portare la sanzione fino a 30 mila € o, in alternativa, arresti domiciliari o lavori di pubblica utilità.
A parte che la nostra immagine all'estero non è di certo rovinata dai writers ( ben presenti anche lì) ma piuttosto dalle politiche di governo anche in ambito europeo (vedi politiche contro rom e extracomunitari), ma poi vogliamo mettere tutti questi muri grigi di edifici fatiscenti nelle nostre città piene di smog e traffico?!?
Almeno scritte e disegni, perchè no, anche con dei messaggi, ravvivano e rendono più 'guardabile' ciò che ci sta intorno.
Ma del resto, in queste 'prove di regime', non si interpella nessuno: si va avanti e basta!

8 commenti:

Maurone ha detto...

Vogliono cittadini omologati in città omologate.

Uhurunausalama ha detto...

@Maurone:che tristezza...

XpicioX ha detto...

Depenalizzano i reati finanziari che provacano crack piccoli e grandi e introducono pene per dei ragazzi che imbrattano muri.
Che strano concetto di sicurezza.

Uhurunausalama ha detto...

@xpiciox:Esatto,un concetto tutto loro,un pò come quello di giustizia...

Cedric ha detto...

Ultimamente si è parlato solo della Gelmini. Secondo me ha fatto da capro espiatorio (anche a ragione direi), per distogliere l'attenzione da altre porcate che venivano fatte. Ultima notizia, la legge salva- manager riscritta e rimessa in un decreto.

Uhurunausalama ha detto...

@Cedric:sono d'accordo con te;mentre l'attenzione,giustamente,è rivolta alla porcheria gelmini,non ci si accorge di altre decisioni che vengono prese come ad esempio la possibile non detassazione della 13esima per mancanza fondi.

Alligatore ha detto...

Siamo sprofondati in un incubo senza fine?

Uhurunausalama ha detto...

@Alligatore:temo di sì..l'attenzione e la politcia si focalizza su cose di poco peso,mentre ci si dimentica che il prezzo del grano è diminuito ma non quello della pasta:ma alla gente evidentemente va bene..pazzesco!